martedì 4 novembre 2008

Musicultura Tour 2008


Musicultura Tour 2008


TERESA DE SIO

Giua, Marco Giunti, Folco Orselli, Francesca Romana e Bruno Nataloni

sul bus di Musicultura


Dal 14 Novembre al 7 Dicembre la grande musica d’autore è nei piccoli teatri delle Marche:

Mogliano (Mc), Montefano (Mc), Novafeltria (Pu), Osimo (An),

Ostra (An), Petritoli (Ap), Ripatransone (Ap), Sassocorvaro (Pu)


Conducono le voci di Radio Uno Rai:

Carlotta Tedeschi,

Gianmaurizio Foderaro

e Alma Grandin

Si svolgerà dal 14 Novembre al 7 Dicembre la seconda edizione di Musicultura Tour.Il Festival della Canzone Popolare e d’Autore, in attesa della XX edizione (Arena Sferisterio di Macerata, giugno 2009), anche questo anno si fa in due e dà vita ad una tournèe autunnale in alcuni dei più bei teatri delle Marche. Realizzato con il sostegno del Ministero della Gioventù e della Regione Marche nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro “Giovani Ricercatori di senso”, e con la partecipazione dell’Amat in qualità di soggetto attuatore, Musicultura Tour avrà come protagonisti quattro artisti vincitori di Musicultura, amichevolmente accompagnati da una “regina” della canzone, inventrice di un “folk d’autore” genuino, dinamico e raffinato, in bilico fra tradizione e modernità: Teresa De Sio, amica del festival e da anni componente del Comitato Artistico di Garanzia.Con lei saranno protagonisti del Tour la cantautrice di Rapallo (Ge) Giua (vincitrice assoluta 2004), il “CantAttore” di Pontassieve (Fi) Marco Giunti (vincitore 2008), il bluesman milanese Folco Orselli (vincitore assoluto e Targa della Critica 2008) e la salentina-romagnola Francesca Romana (vincitrice 2007). Per poter aderire al progetto, Teresa De Sio ha modificato in corsa il calendario dei propri impegni, e Musicultura la ringrazia sinceramente per questa dimostrazione di sensibilità e di affetto. “Sono da sempre molto legata a Musicultura, e a quello che rappresenta nella scena musicale italiana – ha raccontato l’artista partenopea -. Fin dai tempi di Recanati e fin dalla prima edizione ho avuto l’onore di essere chiamata a far parte della giuria. Dunque amicizia, condivisione artistica, divertimento. Voci e anime esordienti da scoprire che ti rimettono in moto la speranza. Salirò su questo “Bus della Musica” con il cuore allegro di una ragazzina che è riuscita a strappare ai genitori il permesso di partecipare alla gita scolastica. Vedrò piccoli teatri di luoghi dove non sono mai stata prima, gioielli marchigiani. Potrò conoscere più da vicino questi giovani talenti che hanno già avuto la mia fiducia di giurata. Il mio sarà un breve concerto in acustico che mi darà l’occasione di suonare tutti i pezzi della versione deluxe del mio nuovo disco “Sacco e Fuoco”, e nella stessa identica formazione in trio con Max Rosati alla chitarra e H.e.r. al violino”.Gli artisti ed i loro musicisti viaggeranno infatti a bordo di un variopinto “bus della musica”, che porterà nelle province marchigiane uno show incentrato sul fascino e la coralità della forma canzone. A speziare il “piatto” musicale, l’humor dell’attore-cabarettista Bruno Nataloni. Radio Uno Rai conferma e consolida la liaison con Musicultura, di cui seguirà le proposte anche in questa veste on the road: inviati speciali sul campo e “conducenti” della carovana saranno infatti Gianmaurizio Foderaro, Carlotta Tedeschi e Alma Grandin. Queste le fermate del “bus della musica” per l’edizione 2008: 14 Novembre Mogliano (Mc), 15 Novembre Ostra (An), 21 Novembre Sassocorvaro (Pu), 22 Novembre Montefano (Mc), 28 Novembre Novafeltria (Pu), 29 Novembre Ripatransone (Ap), 6 Dicembre Petritoli (Ap), 7 Dicembre Osimo (An). Dopo il grande successo della prima edizione, che si è tenuta nei mesi di novembre e dicembre 2007 e ha visto la partecipazione di Edoardo Bennato, Momo, Pilar, Giacomo Barbieri, Paola Angeli, Davide De Gregorio e del cabarettista milanese Henry Zaffa, Musicultura Tour conferma anche in questa edizione l’ingresso gratuito agli spettacoli, con inizio alle ore 21.00. Con la rassegna itinerante, Musicultura esce dall’Arena Sferisterio e incontra il territorio, lo fa all’insegna della buona musica, con particolare attenzione ai progetti di giovani talenti pronti a raccontare i tempi che viviamo in forma di canzone. Alcuni dei teatri storici più belli delle Marche, espressione del peculiare fascino urbanistico-architettonico delle Marche, divengono col Tour simbolo della possibilità di connessione armonica fra tradizione e nuovo che avanza. “Con la seconda edizione del Musicultura Tour – ha commentato il Direttore Artistico di Musicultura Piero Cesanelli - continueremo a proporre i vari vestiti della musica popolare: dal folk rock al teatro canzone, sapientemente introdotti dai nostri amici di Radio Uno Rai e da un raffinato e affabile entertainer, Bruno Natatoloni. Proveremo a far rivivere le grandi stagioni a questi nostri piccoli meravigliosi teatri. E – ricordando il temporale che nel giugno scorso annullò una delle tre serate allo Sferisterio - questa volta la pioggia resterà fuori”. OTTO COMUNI, UN UNICO PALCO: LE MARCHE Un clima di festa sta dunque per contagiare i teatri e tutto il territorio marchigiano, grazie al Musicultura Tour e alla Regione Marche, fautrice e protagonista di questa iniziativa, unica in Italia. “E’ un saluto carico di entusiasmo e soddisfazione” quello che l’Assessore alla Cultura Vittoriano Solazzi vuole “inviare a chi avrà la fortuna di incontrare il Musicultura Tour 2008. Il Tour, inaugurato lo scorso anno, porta ad esibirsi nel profondo del nostro bel territorio, in realtà anche piccole ma grandi per vivacità e tutte con un bellissimo teatro, artisti già affermati per la loro bravura come Teresa De Sio e gli artisti vincitori di Musicultura, ormai considerata da molti come la rassegna musicale italiana più innovativa.E così come il festival attinge alla creatività della musica popolare senza porre confini, senza confini vuole essere il Tour, raggiungendo teatri che diventeranno il luogo di incontro tra un pubblico giovane e frizzante e gli artisti che sapranno interpretare, attraverso la musica, la poesia di cui è carica la nostra terra segnata profondamente dalle parole del Leopardi. E nel Tour c’è tutto un territorio, con la sua storia, con le sue tradizioni e con le persone che l’hanno modellato; un territorio che offre con orgoglio, con la musica contemporanea d’autore, quanto di meglio riesce a produrre.Ed è un “prodotto” di cui sono fiero, di cui dobbiamo essere fieri. Un “prodotto” da gustare con soddisfazione e che ci da l’entusiasmo per continuare con convinzione su questa strada”. Per l’Assessore alle Politiche Giovanili Sandro Donati, il Musicultura Tour è “un’iniziativa di grande rilievo che parla e vive con i giovani, ne sollecita la creatività, la formazione, la socializzazione. L’importanza della musica per tutti noi, ma in particolare per i giovani, è così evidente che non vale la pena tornarci sopra. Ancora più importanti dunque, sono le manifestazioni che la diffondono, e tra esse, quelle che curano attentamente e promuovono la canzone d’autore. Musicultura, la bella e ricca iniziativa che si svolge a Giugno, a Macerata allo Sferisterio, ha assunto ormai, nel campo della valorizzazione della canzone d’autore, un ruolo di primo piano non solo regionale ma nazionale. Le proposte emergenti che in quella occasione si sono manifestate saranno portate con il Tour, in concerto e si esibiranno insieme alla grande artista Teresa De Sio, in otto piccoli Comuni dell’entroterra delle Marche, valorizzando le risorse del territorio, contribuendo a renderne più ricca e vivace la vita culturale, offrendo ai giovani occasioni di incontro, di divertimento e di conoscenza. Non posso che esprimere il mio plauso per una iniziativa che coniuga in maniera così efficace produzione e diffusione di cultura, attenzione alla creatività, promozione di talenti, valorizzazione di tutto il territorio regionale. A tutti gli organizzatori un sincero ringraziamento”.Intanto, i Comuni di Mogliano (Mc), Montefano (Mc), Novafeltria (Pu), Osimo (An), Ostra (An), Petritoli (Ap), Ripatransone (Ap), Sassocorvaro (Pu) iniziano i preparativi perché tutto sia pronto all’arrivo della carovana di Musicultura, non nascondendo grande entusiasmo e trepidante attesa. Cecilia Casetti, Assessore di Mogliano (Mc): “Siamo molto entusiasti del progetto. Siamo stati molto felici quando abbiamo saputo di essere una delle otto tappe. Ci piace l’idea di portare la canzone d’autore in teatro e che questa venga accompagnata dal cabaret di Nataloni. È una cosa ottima il fatto che siano coinvolti in questa iniziativa soprattutto i piccoli teatri, che solitamente sono sempre un po’ “emarginati”, a causa dei bilanci risicati e dei tagli alla cultura. Diversamente non ci saremmo mai potuti permettere un evento come questo. Speriamo ne vangano presto anche altri, simili”Ferruccio Pigliapoco, Assessore di Montefano (Mc): “La nostra è una piccola realtà e ci sembrava importante cogliere questa occasione: poter entrare in contatto con una manifestazione così importante a livello nazionale e poter portare la canzone d’autore nei piccoli teatri. La qualità della musica è garantita, la cornice è ottimale: è un onore pensare di ospitare un evento che ogni anno ha il suo apice allo Sferisterio”Maria Letizia Valli, Assessore di Novafeltria (Pu): “Siamo molto lieti e onorati che il Musicultura Tour ci abbia scelto perché lo scorso anno a Pennabilli abbiamo avuto modo di conoscere la qualità della manifestazione. Novafeltria non è nuova a questo tipo di iniziative, dato che da diversi anni cerca di valorizzare la canzone d’autore, mostrando una certa vocazione per la musica cantautorale. Complice anche il fatto di essere la città adottiva di Ivan Graziani, un grande artista che è diventato un importante riferimento per il nostro territorio. Attendiamo con trepidazione l’arrivo della carovana!” Dino Latini, Sindaco di Osimo (An): “Ci fa senz’altro piacere che anche Osimo faccia parte di questa edizione di Musicultura e del circuito regionale del Tour. Più volte abbiamo tentato di far partire iniziative del genere, che coinvolgessero anche altri enti: credo che sia importante muoversi insieme, piuttosto che singolarmente. Mi auguro che la cittadinanza risponda positivamente, anche perché è una proposta innovativa e tradizionale allo stesso tempo, che porta la canzone d’autore in teatro. Il modo migliore per far appassionare i giovani a quella che è la vera essenza della musica italiana”Moris Mansanta, Assessore di Ostra (An): “Siamo stati molto soddisfatti lo scorso anno dell’iniziativa, della partecipazione che c’è stata, in particolare dei giovani, attirati da Musicultura e dalla visibilità avuta dall’ospite: un successo che dimostra come il lavorare in rete porti dei frutti e l’ottimo livello dell’organizzazione che c’è dietro. Il Musicultura Tour è in grado ogni anno di far collaborare, mettere insieme, ben otto realtà che altrimenti, da sole, farebbero fatica a dare vita ad appuntamenti come questo. Mi auguro il progetto in futuro venga riconfermato e ampliato”Eraldo Baldassarri, Assessore di Petritoli (Ap): “Mi sono subito interessato al progetto del Tour: lo trovo ben fatto, ben distribuito, soprattutto perché si rivolge anche ai piccoli comuni e dà loro grande rilancio. È un’iniziativa molto positiva: mai i cittadini avrebbero avuto la possibilità di vedere Teresa De Sio nel loro teatro. Far parte di questo circuito regionale rende possibile anche questo”Paolo D’Erasmo, Sindaco di Ripatransone (Ap): “Ringraziamo la Regione e Musicultura di averci dato la possibilità di entrare, per la seconda volta, in questo progetto: un palcoscenico di qualità, che ci ha reso molto contenti lo scorso anno e che non ci deluderà con questa seconda edizione. Realizzando questo tipo di sinergie, la Regione sta andando nella giusta direzione, in quanto è un’opportunità sia per noi piccoli comuni di valorizzare il grande patrimonio storico e artistico che abbiamo, e per gli artisti di farsi apprezzare dal pubblico. Lo scorso anno abbiamo avuto il tutto esaurito e anche quest’anno non sarà da meno. L’augurio è di poter proseguire ancora”Antonio Alessandrini, Sindaco di Sassocorvaro (Pu): “Ci è sembrato subito interessante il progetto della Regione Marche, soprattutto perché volto a far conoscere il nostro territorio. Abbiamo iniziato alcuni anni fa a fare iniziative come questa nella Rocca, che vorremmo ospitasse ancora di più questo tipo di manifestazioni. Ci fa piacere che nel Tour siano state coinvolte anche le scuole perché è importante rendere partecipi i giovani, perché la musica è un’occasione per fare cultura, ma anche di confronto e di educazione al rispetto: le canzoni sono la nostra storia, la storia di un Paese”. UN APPUNTAMENTO PER GLI STUDENTITra le tappe del Musicultura Tour, oltre ai palcoscenici dei teatri storici, in programma c’è dunque anche l’Istituto Superiore Montefeltro di Sassocorvaro, che ospiterà un incontro tra gli artisti e i suoi studenti il 22 Novembre 2008. Un’occasione per i ragazzi per conoscere più da vicino il mondo della musica italiana, scoprire come si diventa cantautori, come nasce una canzone e cosa la porta a farsi veicolo di messaggi di amore, di pace, di ambiente o di altri grandi temi. “La musica leggera gioca un ruolo centrale nella cultura giovanile – ha commentato la Preside Angela Iannotta - perché i giovani di sempre ne hanno fatto e continuano a farne uno dei loro principali mezzi di espressione. Essa rappresenta una grande motivazione per lo studio di qualsiasi lingua, sia lingua madre, lingua straniera o seconda lingua. Attraverso il principio del piacere la canzone sviluppa delle competenze che i docenti possono utilmente richiamare a fini didattici”.LE PARTECIPAZIONE DELLE PROVINCE DI ANCONA E MACERATACollante tra i Comuni e la Regione, ricoprono un ruolo crusiale le Province: quelle di Ancona e Macerata sono anche in questa seconda edizione del Tour al fianco di Musicultura, consapevoli del valore di una collaborazione così ampia e capillare.Per Alessandra Boscolo, Assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili della Provincia di Macerata “il fatto che Musicultura sia diventata itinerante ci permette di vivere questo grande festival davvero tutto l’anno: è un’iniziativa deliziosa perché in questo caso possiamo dire che non è lo spettatore che va da Musicultura, ma Musicultura che va dallo spettatore. Con il Tour, Musicultura raggiungerà fisicamente tutta la Regione, anche se con il suo successo ha superato da molto tempo i confini territoriali, divenendo una manifestazione di rilevanza nazionale”. Secondo l’Assessore alle Politiche Giovani della Provincia di Ancona, Carlo Maria Pesaresi “Sono sicuro che il successo della 1° edizione sarà riconfermato, sia in termini di partecipazione del pubblico che della qualità delle proposte. Sarebbe bello ampliare il coinvolgimento a tutti gli enti territoriali, incluse le province che potrebbero di certo ricoprire un ruolo di coordinamento tra la Regione che finanzia il progetto e i nostri comuni, per una maggiore partecipazione, a tutti i livelli”.Per ulteriori informazioni sui singoli spettacoli del Musicultura Tour 2008 e, dove segnalato, prenotazioni:Venerdì 14 novembre, ore 21.00: Mogliano (Mc), Teatro ApolloInfo e prenotazioni: 0733-557730 - 335-5329539Sabato 15 novembre, ore 21.00: Ostra (An), Teatro La VittoriaInfo: 071/7980606 Uficio Cultura e Turismo Venerdì 21 novembre, ore 21.00: Sassocorvaro (Pu), Teatro della Rocca Info: Ufficio Cultura 0722/769016 Sabato 22 novembre, ore 21.00: Montefano (Mc), Teatro Della RondinellaInfo e prenotazioni: Mediateca Ubu Tel. 0733850472 (dalle 18.00 alle 20.00) Venerdì 28 novembre, ore 21.00: Novafeltria (Pu), Teatro Sociale Info e prenotazioni - Comune URP 0541-845619 (ref Sig.ra Pieratesti) Sabato 29 novembre, ore 21.00: Ripatransone (Ap), Chiesa del Museo di Arte Sacra Info: Ufficio cultura e turismo tel. 0735/99329 Sabato 6 dicembre, ore 21.00: Petritoli (Ap), Teatro dell’Iride Info e prenotazioni: 0734-658141 (ref Silvia) Domenica 7 dicembre, ore 21.00: Osimo (An), Teatro La Nuova FeniceInfo: Ufficio attività Culturali 071/7249271, Segreteria del Teatro 071/7103424 Musicultura: http://www.musicultura.it/ - musicultura@musicultura.it

1 commento:

rumi ha detto...

Bravo Italians! This project is great! I wish we to have a such one ... Excellent!