lunedì 29 dicembre 2008

30.12.08 WORLD KISSING DAY '08








30.12.08: WORLD KISSING DAY '08
Organizzatore: WORLD KISSERS
Ora e luogo Data: martedì 30 dicembre 2008
Ora: 0.00 - 23.55
Luogo: World







30.12.08 WORLD KISSING DAY '08






VERSIONE ITALIANA



La giornata mondiale del Bacio



.Per un giorno mettiamo da parte tutte le ostilità, allontaniamo dalla testa i pensieri negativi, le rivalità tra colleghi, le lotte per la supremazia sul posto di lavoro. Concludiamo il 2008 in grande stile! Come fare? Semplice!...diamo un bacio a tutte le persone che conosciamo!Non importa che tipo di bacio sarà. Potrete scegliere voi la modalità che preferite! Un bacio sulla guancia, un bacio sulle labbra, sulla mano...insomma...l'importante non è il modo!Per aderire al World Kissing Day '08 basterà invitare quanti piu amici possibili su Facebook! Chissà, magari riusciremo per un giorno a non sentire per televisione notizie tristi..e magari concluderemo l'anno con una bella risata!!!!ADERITE IN MASSA!!!!!-






ENGLISH VERSION



30.12.08 WORLD KISSING DAY '08



Just for one day let's put aside all kinds of hostility, let's move away from our head all negative thoughts and all rivalries between colleagues or friends!Let's end 2008 in a great way! How to do that? That's easy!..let's kiss everyone we know!It doesn't matter what kind of kiss it's gonna be. You can choose the one you like! It could be a kiss on the cheek, a kiss on the lips, on the hand....it doesn't matter the way you kiss each others!To take part to the World Kissing Day '08 you need to invite most of your friends on Facebook! Who knows, maybe we'll be able for a day not to hear bad news on TV and we'll be able to end 2008 with a good laughter!!!JOIN JOIN JOIN JOIN!!!!!!






NEDERLANDS Versie



30.12.2008 Wereld kusjes



dag 2007Laat het voor een dag de vriendelijkste dag zijn, rondom u.Weg met de haat en rivaliteit tussen u collega's en je vrienden.Laat 2008 positief eindigen. Hoe dan ? Dat is makkelijk. Laten we iedereen kussen die we kennenHet maakt totaal geen verschil uit welke kus het is. Op de lippen, op de hand of eender waar. Het maakt totaal geen weg uit hoe je elkaar kustVoor deel te nemen wereld kusjes 2008, nodig al je vrienden uit op faebook. Wie weet, misschien wel een dag wanneer we geen slecht nieuws horen op tven we eindigen 2008 met een glimlach.Neem deel neem deel neem deel neem deel-






VERSION FRANCAISE






30.12.08 WORLD KISSING DAY '08



juste pour un jour, laissons de côté toute sorte d'hostilités, sortons de nos têtes toutes les pensées négatives, les rivalités entre collègues ou amis!finissons 2008 en beauté! comment faire? c'est simple, embrassons tous ceux que nous connaissons!qu'importe le type de bise, tu peux choisir la façon qui te plait, un bisou sur la joue, un baiser sur les lèvres, un baise-main... l'important n'est pas la manière...pour prendre part à cette journée mondiale de la bise 2008, invite tes amis sur facebook et qui sait, peut-être que nous serons capable, pendant un jour, de ne pas entendre de mauvaises nouvelles à la télé, et de terminer 2008 dans la bonne humeur !!!INSCRIVEZ VOUS EN MASSE !!






VERSION ESPANOLA



"El día mundial del Beso.Por un día metamos a parte todas las hostilidades, alejemos de la cabeza los pensamientos negativos, las rivalidades entre colegas, las luchas por la supremacía sobre el puesto de trabajo. ¡Concluyamos el 2008 en gran estilo! ¿Cómo hacer? ¡Simple!...demos un beso a todas las personas que conozcamos!No importa que tipo de beso será. ¡pueden elegir la modalidad que prefieran! Un beso en la mejilla, un beso sobre los labios, sobre la mano... en fin... lo importante no es el modo!Para adherir al World Kissing Day' 08 bastará con invitar cuánto más amigos posibles sobre ¡Facebook! Tal vez, a lo mejor lograremos por un día no sentir por televisión noticias tristes.. y a lo mejor concluiremos el año con una bonita SONRISA!!!!¡ADHIERAN EN MASA!!!!!

MESSAGGIO DEL PRESIDENTE NAPOLITANO IN OCCASIONE DEL CENTENARIO DEL TERREMOTO DI MESSINA

Messaggio del Presidente Napolitano in occasione del centenario del terremoto di Messina inviato al Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, il seguente messaggio: "I catastrofici eventi che, alla fine del dicembre 1908, sconvolsero vaste aree della Sicilia e della Calabria con devastanti scosse sismiche e mareggiate di impressionante violenza, suscitano ancora profonda emozione per l'immane tragedia che ha segnato quelle popolazioni e stravolto l'assetto sociale ed urbanistico di quel territorio. Il nostro Paese, che si trovò ad affrontare quella drammatica calamità nella difficile fase di consolidamento dell'unità nazionale, seppe dar vita ad uno straordinario sforzo collettivo nell'azione di soccorso, di assistenza e di ricostruzione. Le manifestazioni organizzate nella ricorrenza del "Centenario" costituiscono una importante occasione per ricordare le decine di migliaia di vittime, quanti perirono nel generoso tentativo di prestare soccorso e le sofferenze patite da quelle Comunità. E' anche occasione per rinnovare sentimenti di profonda riconoscenza alle Marine russa ed inglese che, nell'immediatezza, in un mirabile esempio di solidarietà umana, assicurarono i primi aiuti ed agli altri Paesi che, successivamente, si adoperarono con generosità, dando vita ad una delle prime forme di cooperazione internazionale in situazioni di emergenza. Verifichiamo oggi, con compiacimento, lo sviluppo di una sempre maggiore collaborazione tra i sistemi nazionali di protezione civile, con moduli operativi di intervento che hanno consentito, anche di recente, di fronteggiare gravi situazioni di calamità. Con questi sentimenti invio a Lei, Signor Presidente, ed a tutti coloro che prenderanno parte ai diversi momenti rievocativi il mio più cordiale saluto". Roma, 28 dicembre 2008 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICAI PRESIDENTILA COSTITUZIONEATTIVITA' DEL CAPO DELLO STATOGLI UFFICILE ONORIFICENZE

giovedì 25 dicembre 2008

Feliz Navidad

Que estas fiestas nos permitan
reconocer lo divino de la vida
y la luz de Cristo nos ilumine

martedì 23 dicembre 2008

WISHES

Buon Natale e Felice 2009 !!
Merry Christmas and a Happy 2009 !!
Frohe Weihnachten und ein gutes 2009 !!
God Jul og godt 2009 !!
Feliz Navidad y Feliz Año Nuevo 2009 !
Vrolijke Kerstmis en Gelukkig Nieuwjaar 2009 !

CONCERTO GOSPEL AL TEATRO MOMO DI VENEZIA

DOMENICA A TEATRO MOMO
Teatro di Prosa
Novembre 2008 gennaio 2009

Domenica 28 dicembre al Teatro Momo, per la nuova stagione di teatro di prosa Domenica a Teatro Momo, andrà in scena il CONCERTO GOSPEL dei Rainbow Spirits. La rassegna è organizzata dal Comune di Venezia, Attività e Produzioni Culturali, dello Spettacolo e del Sistema Bibliotecario in collaborazione con il circuito teatrale Regionale Arteven.

28 dicembre 2008– ore 17,00
Rainbow Spirits
CONCERTO GOSPEL
Arrangiamento e direzione di Denis Feletto

Rainbow Spirits è un progetto di coralità moderna, composto da un gruppo vocale polifonico misto accompagnato da una band, che, sotto l'arrangiamento e la direzione di Denis Feletto, realizza uno spettacolo musicale di spessore e profondo coinvolgimento emotivo. Il concerto trova ispirazione e origine nella musica contemporary gospel e nell’afroamericana, con brani che appartengono agli spirituals tradizionali ma che spaziano anche nel funky e nel blues, assieme a contaminazioni swing e jazz, che costituiscono il personalissimo stile e carattere di questo gruppo di giovani coristi. Il risultato è quello di coinvolgere, attraverso ritmi e armonie e un'efficace presenza scenica, il pubblico, per trasmettere la grande energia che il gospel offre, per condividere la carica e l'emotività che si prova cantando e suonando assieme.

Inizio spettacoli ore 17.00


BIGLIETTI
Biglietto intero € 10,00 - biglietto ridotto € 8,00
Particolari agevolazioni in biglietteria.
Posti numerati
PREVENDITA BIGLIETTI
Teatro Toniolo con orario 11.00 - 12.30 e 17.00 - 19.30, chiuso lunedì.
Online www.vivaticket.it
VENDITA BIGLIETTI
La biglietteria del Teatro Momo è aperta un'ora prima dello spettacolo.

INFORMAZIONI
TEATRO MOMO
Via Dante, 81 (angolo via Sernaglia) - Mestre
telefono 041/988224
PRODUZIONI CULTURALI E SPETTACOLO
telefono 041/3969230-220
www.teatromomo.info
www.arteven.it

DOMENICA A TEATRO MOMO
PROSSIMI APPUNTAMENTI

4 gennaio 2009
PANTAKIN CIRCO TEATRO
CIRK.
regia di Ted Keijser

lunedì 15 dicembre 2008

HIRSHHORN MUSEUM AND SCULPTURE GARDEN

HIRSHHORN MUSEUM
AND SCULPTURE GARDEN
PRESENTS
Julian Schnabel's "Portrait of Andy Warhol," 1982
"Strange Bodies: Figurative Works from the Hirshhorn Collection"



December 14, 2008
Hirshhorn Museum and Sculpture Garden Julian Schnabel's
"Portrait of Andy Warhol," 1982
"Strange Bodies: Figurative Works from the Hirshhorn Collection" Dec. 11 - early 2010 Hirshhorn Museum and Sculpture Garden Independence Avenue at¨ at Seventh Street Washington DC
http://www.hirshhorn.si.edu

Figurative art plays an important role in the Hirshhorn's collection. "Strange Bodies," on view from Dec. 11 to early 2010, brings together some of the most celebrated examples of figuration from the museum's holdings to examine how and why artists depict and distort the body. Organized by associate curator Kristen Hileman and located in the lower-level galleries, the installation comprises more than 40 works, with a rotation of works occurring midway through the show. The exhibition also includes a gallery devoted to a survey of the museum's unique, in-depth holdings of works on paper and paintings by George Grosz, which demonstrate a socially charged use of the human form. "Strange Bodies" provides an opportunity to examine the ways in which artists have exaggerated or altered the figure in order to explore cultural and individual conflicts and psychology, as well as formal qualities such as color, shape and texture. The exhibition also traces the evolution of the museum's particular focus on collecting figuration. On view are early to mid-20th century works from the core collection Joseph H. Hirshhorn donated to the museum, including pieces by Francis Bacon, Jean Dubuffet, Alberto Giacometti, Willem de Kooning and others, which reveal the various ways in which these artists dissolved or warped the human figure to heighten its expressive and emotional impact. Hirshhorn also acquired paintings by Balthus and René Magritte, which represent the human subject in a surreal way, locating the body (or its parts) in contexts that are outside of mundane occurrences, and, in part, reflect the traumatic war-torn world in which their art developed. Building on Hirshhorn's legacy, former director James T. Demetrion brought important examples of figuration from more recent decades into the collection, including sculptures and paintings by Georg Baselitz, Sue Coe, Tony Cragg, Robert Gober, Philip Guston, Edward and Nancy Reddin Kienholz, Julian Schnabel, Paul Thek and Franz West. These works, such as Thek's bloody, sandal-clad "Warrior's Leg" (1966–67) made during the Vietnam War era and Coe's "Malcolm X and the Slaughter House" (1985), often combine expressionistic and/or surrealistic impulses with social critique. The use of unorthodox materials also characterizes several of these works, as with Schnabel's "Portrait of Andy Warhol" (1982) painted on velvet and the Kienholzs' "In the Infield Was Patty Peccavi" (1981), an assemblage of found objects including furniture, a stuffed bird, photographs and electric lights. The museum has continued to collect figurative works by artists who both participate in and challenge the tradition of figuration, such as Matthew Barney, John Currin, Ron Mueck, Dario Robleto and Yinka Shonibare. Diverse contemporary approaches to representing the human form suggest that individual identity, as well as attributes like beauty, heroism and power, is multifaceted. In Currin's painting and Mueck's sculpture, fleshy nudes challenge ideals of beauty, while Barney creates photographs of part-human and part-otherworldy avatars that meld the biological with the mythological. As if to collapse many moments in the evolution of the human race and culture into a single object, Robleto created the piece "She Can't Dream for Us All" (2005-06). He used bone dust, pulped letters written to soldiers during various wars and melted audio recordings of Sylvia Plath reading her poetry to construct a sculpturally encased cast of the archeological specimen known as "Lucy," a distan t ancestor to "Homo sapiens." Related Programs The Hirshhorn offers a range of interactive educational experiences designed to engage people of all interest levels in contemporary art. Friday Gallery Talks are weekly, informal chats with artists and scholars that focus on one work in depth during a lunchtime tour. The museum's ever-expanding library of podcasts (featured on iTunes in the top 100 Arts and Entertainment podcasts) make walk-throughs of galleries and interviews with artists accessible internationally. About the Hirshhorn Museum and Sculpture Garden The Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, the Smithsonian's museum of international modern and contemporary art, has some 12,000 paintings, sculptures, mixed-media installations and works on paper in its collection. The Hirshhorn maintains an active and diverse exhibition program and offers an array of free public programs that explore the art of our time. The museum, located at Independence Avenue and Seventh Street S.W. is open daily from 10 a.m. to 5:30 p.m. (closed Dec. 25), and admission is free.

Visit http://www.hirshhorn.si.edu for more information or to download Hirshhorn podcasts on the collection and exhibitions, as well as talks with artists and curators.
Media only: Erin Baysden (202) 633-0828; baysdene@si.edu Media Web site: http://www.hirshhorn.si.edu

venerdì 12 dicembre 2008

grande successo per il musicultra tour








Domenica 7 dicembre a Osimo
Si è chiuso il Musicultura Tour 2008

Un bilancio più che positivo per Piero Cesanelli: “Il futuro della canzone d’autore è nei nostri teatri”
Teresa De Sio innamorata dei “teatri straordinari” delle Marche

Una tournee regionale di respiro nazionale grazie a Radio Uno Rai

MARCHE - ITALY - Giua, Marco Giunti, Folco Orselli e Francesca Romana salutano Musicultura sulle note di Lucio Battisti:‘In un mondo che non ci vuole più il canto libero sei tu…’: Si è chiusa nella serata di domenica 7 Dicembre a Osimo (An) la seconda edizione del Musicultura Tour con Teresa De Sio, Giua, Marco Giunti, Francesca Romana, e con il cabaret di Bruno Nataloni e la conduzione di Gianmaurizio Foderaro e Alma Grandin, voci di Radio Uno Rai. Un bilancio più che positivo per questa seconda tournee autunnale di Musicultura: otto teatri storici, gremiti di pubblico che ha dimostrato curiosità e affetto verso tutti gli artisti sul palco, appassionandosi al già noto folk della “regina” di questa carovana Teresa De Sio, fino alle dolcissime note di Giua, dalle teatrali performance di Marco Giunti al pop rock di Francesca Romana, fino al blues fumoso di Folco Orselli. Un’intera regione ha risposto all’invito di Musicultura: dalla tappa più a nord, Novafeltria (Pu), fino a quella più a sud tra quelle in programma, Ripatransone (Ap), numerosa e calorosa è stata la partecipazione del pubblico, pronto a lasciarsi emozionare e trasportare dalla musica di questo cast unico, creato appositamente per dare ai teatri uno spettacolo variegato, denso di ritmo, energia, risate, e soprattutto tanta buona musica. Una manifestazione regionale che però grazie Radio Uno Rai ha acquistato comunque un valore nazionale: con la partecipazione e la supervisione di Gianmaurizio Foderaro, per ben quattro volte infatti il primo canale radiofonico Rai si è collegato con le Marche per seguire la carovana della musica in viaggio nei teatri storici. Il 14 novembre e il 28 novembre News Generation di Alma Grandin, il 28 novembre Tornando a casa di Enrica Bonaccorti e il 6 dicembre Sabato Sport sono stati gli spazi all’interno dei quali Radio Uno Rai ha ospitato e intervistato gli artisti, raccontato i teatri, segnalato l’itinerario di questo viaggio musicale: queste le finestre attraverso cui tutta l’Italia ha potuto conoscere le otto tappe marchigiane del Musicultura Tour 2008.Grazie anche a Radio Uno Rai, non è mancato il pubblico che da fuori regione ha raggiunto le Marche per seguire il Musicultura Tour: il caso più eclatante è stato quello di tre signore di Catania, grandi fun di Teresa De Sio, che per ben due volte hanno affrontato il viaggio in macchina per seguire l’artista partenopea in questa versione “musiculturale”, raggiungendo le tappe di Sassocorvaro (Pu) e Montefano (Mc), e poi Osimo (An) per non perdersi il gran finale. Per Piero Cesanelli, il Direttore Artistico di Musicultura: “Con il Musicultura tour abbiamo capito che i nostri meravigliosi teatri hanno davanti un futuro importantissimo: quello di essere il motore della canzone d’autore italiana, e di divenire un circuito fondamentale per la promozione di questo tipo di musica che nei teatri trova l’ascolto che merita e un pubblico libero da certe imposizioni del mercato discografico. Il successo del Musicultura Tour lo dimostra e grazie anche a questo progetto le Marche sono viste sempre di più come un’oasi per la musica italiana: l’impegno a far conoscere e circolare la buona musica non resta chiuso nello Sferisterio ma viene sentito e condiviso da tutto un territorio.”Un territorio che d’altra parte è stato amato ed apprezzato da tutti gli artisti, che in queste settimane lo hanno potuto esplorare da nord a sud, apprezzandone peculiarità storiche, culturali ed enogastronomiche, oltre che architettoniche, in primis da Teresa De Sio che ha spesso ricordato come il Musicultura Tour le abbia “dato la possibilità di entrare in teatri straordinari, veramente meravigliosi, in piccole località di una bellezza mozzafiato”. OSIMO, resoconto della serata:Come ogni ultima replica, la serata di Osimo (An) è stata vissuta con un’emozione particolare, perché siglava la fine di un viaggio vissuto durato quattro finesettimana, insieme a Musicultura. Ritmo, energia e sound partenopeo hanno conquistato il Teatro La Nuova Fenice con la strepitosa performance di Teresa De Sio, in particolare con i brani “’O Paravison ‘n Terra” e “Rodianella” tratti dal suo ultimo album “Sacco e Fuoco”.A seguire, Folco Orselli, Francesca Romana e Giua, accompagnati da Marco Giunti e dagli altri musicisti, sono tornati sul palco per chiudere – definitivamente - il Musicultura Tour 2008 con “Il mio canto libero” di Lucio Battisti: un crescendo di suggestioni per salutare Musicultura, il festival che nelle passate edizioni ha riconosciuto il loro talento, e la tournee autunnale che in queste settimane li ha fatti ascoltare e apprezzare in tutte le Marche e su Radio Uno Rai.Standing ovation finale da parte del pubblico e grande commozione tra tutti i “viaggiatori” del bus della musica, inclusi Bruno Natoloni, Gianmaurizio Foderaro e Alma Grandin, “costretti”, dopo queste bellissime settimane insieme in giro per le Marche, a tornare ciascuno ai propri progetti professionali. Ma se è vero che dove si chiude una porta, ce n’è un’altra pronta ad aprirsi, già si parla di collaborazioni future tra gli artisti e di primi ingaggi per date e concerti da parte di enti che li hanno visti durante il Tour. UN’AZIONE CONCRETA A FAVORE DELLA MUSICA ITALIANA Se così fosse Musicultura ancora una volta avrebbe colto nel segno e messo in atto ciò che più la distingue nel panorama dei concorsi e delle manifestazioni musicali in Italia: un’azione concreta a favore della musica italiana, di promozione e produzione di un certo tipo di cultura musicale, di qualità, resa possibile in questo Tour 2008 grazie al sostegno del Ministero della Gioventù e della Regione Marche, dei Comuni di Mogliano (Mc), Ostra (An), Sassocorvaro (Pu), Montefano (Mc), Novafeltria (Pu), Ripatransone (Ap), Petritoli (Ap) e Osimo (An), e alla partecipazione dell’Amat in qualità di soggetto attuatore. FOTO E VIDEO DEL TOUR SU http://www.musicultura.it/Per rivivere i ricordi e le emozioni del Musicultura Tour, sul sito della manifestazione http://www.musicultura.it/ sono già disponibili i primi video e le foto di questo viaggio attraverso i teatri storici delle Marche. AUDIZIONI LIVE 2009Con il Musicultura Tour si chiudono gli appuntamenti per il 2008 e si guarda già al 2009, alle prossime Audizioni Live: le selezioni dal vivo delle prime cinquanta proposte scelte tra coloro che si sono iscritti al concorso, che si esibiranno a febbraio al Teatro della Società Filarmonico Drammatica di Macerata nell’arco di dieci serate di musica live aperte al pubblico. Le Audizioni Live saranno il primo appuntamento della prossima edizione del festival: la ventesima.----------------Ufficio stampa Musicultura: ufficiostampa@musicultura.it

mercoledì 10 dicembre 2008

MOTOGP E LAMBORGHINI PER TELETHON

PER FINANZIARE TELETHON L’AGENZIA BNL DI PIAZZA OBERDAN A MACERATA METTE IN ASTA “PREZIOSI E VALOROSI ESEMPLARI” DI MOTO GP CHE HANNO FATTO LA STORIA DEL MOTOMONDIALE E UNA LAMBORGHINI MIURA P400 DEL 1968, E LO SCOOTER DI LORIS CAPIROSSI, LA SUA TUTA DA CORSA COMPLETA DI STIVALI, CASCO E GUANTI

MACERATA (ITALY) - Questo fine settimana “torna in pista” la grande macchina di Telethon, giunta alla sua diciannovesima prova. Sarà infatti la strada, con tutte le sue metafore ed i suoi possibili traguardi, il filo conduttore della nuova maratona televisiva. Un appuntamento che dal 1990 è il più grande evento della televisione italiana, tutto a supporto della ricerca scientifica e delle persone colpite da malattie genetiche. Obiettivo: superare la raccolta di fondi che l’anno scorso ha totalizzato oltre 30 milioni di euro. E Telethon, ancora una volta, sarà veicolo di divulgazione scientifica e di spettacolo, di storie di vita e di cultura della solidarietà: dal 12 al 14 dicembre prossimi attraverserà i palinsesti Rai guidato dal collaudatissimo binomio Milly Carlucci-Fabrizio Frizzi.
La BNL di Macerata ha deciso di portare “in pista” le Moto Gp che hanno stregato gli appassionati del Motomondiale e una mitica Lamborghini e, come se non bastasse, la tuta da corsa, completa di stivali, casco e guanti di Loris Capirossi. Un’ iniziativa di grande impatto, grazie alla generosità di un privato che non cerca assolutamente la ribalta.
Un maceratese che dichiara che “Il rombo dei motori è la mia sola nota musicale che mi accompagna da ben oltre 40 anni…” è riuscito a collezionare “Preziosi e valorosi esemplari di moto GP, che hanno concorso a lasciare un segno nella storia del motomondiale grazie alla guida di piloti come Franco Uncini, Fausto Ricci, Ezio Gianola, Angel Nieto, Noboru Ueda, Phil Read, Jean Michel Bayle e Loris Capirossi.” E’ merito di questo maceratese se nella sala d’ingresso della Bnl di piazza Oberdan fanno bella mostra 16 moto gp, mentre all’ingresso della banca una vistosa Lamborghini Miura P400 del 1968. All’interno dell’istituto di credito oltre alle 16 moto ha trovato posto anche lo scooter che Loris Capirossi utilizzava per spostarsi all’interno dei box, e la sua tuta da corsa, completa di stivali, casco e guanti. La hall della Bnl di Piazza Oberdan si è trasformata in un box per moto gp, dove però potrete ben 16 gioielli cha hanno marcato la storia del motomondiale.
Ebbene tutti potranno farsi un giro in banca per ammirare questi gioielli, ma qualcuno riuscirà a portarsi a casa lo scooter, la tuta da corsa completa di guanti e casco del pilota Loris Capirossi, grazie ad una asta di beneficenza che si terrà a partire da venerdì. La base d’asta partirà da 10.000,00 euro e l’incasso sarà completamente devoluto a Telethon. Ma come se non bastasse si batterà all’asta anche la Lamborghini Miura P400 del 1968 e le 16 moto gp, base d’asta 2 milioni e mezzo di euro. Il 30% del ricavato di quest’ultima asta andrà a finanziare un progetto di ricerca sulle malattie genetiche.

martedì 9 dicembre 2008

AQUIGRANA AD AACHEN O A SAN CLAUDIO?




Aquisgrana a San Claudio,
ipotesi che cambierebbe la storia europea
e il futuro di tutta la Val di Chienti



SAN CLAUDIO (Corridonia -Macerata) ITALY - La suggestiva ipotesi che Aquisgrana non sia da localizzare ad Aachen, come vuole la tradizione, ma nell’alta Val di Chienti, dove si trova la splendida chiesa di San Claudio, è stata discussa, con una presenza straordinaria di pubblico, domenica 7 dicembre a Corridonia, in occasione della presentazione del volume “L’Europa di Carlo Magno nacque in Val di Chienti”. “L’Amministrazione Comunale non ha certo i titoli per prendere posizione su questa delicata questione” ha precisato l’avv. Massimo Cesca, assessore alla Cultura del comune di Corridonia. “Certamente – ha poi aggiunto – il valore storico-culturale di una scoperta di questo genere sarebbe enorme e avrebbe certamente delle importanti ricadute turistiche e quindi economiche per tutto il territorio della provincia di Macerata. Per questo va sostenuto e promosso il lavoro fino ad oggi profuso dal Prof Carnevali e dai sui collaboratori e va favorita la ricerca e a tal fine stiamo lavorando a un grande convegno scientifico, che si dovrebbe tenere tra Corridonia e Civitanova Marche entro il 2010, con studiosi di fama internazionale”. Alla presentazione è intervenuto anche il presidente della provincia di Macerata, Giulio Silenzi, che ha ribadito la sua convinzione che la vallata di San Claudio merita di essere certamente “tutelata”, magari attraverso la creazione di un “parco agrario attorno all’antica chiesa”. “Bisogna ragionare in questi termini – ha aggiunto – e non in termini di costruzioni, di capannoni industriali e di cose simili”. Il volume è stato scritto da Giovanni Carnevali, che da anni studia la questione, con l’aiuto di Giovanni Scoccianti e Marco Graziosi ed è distribuito in tutte le librerie della Regione. Che l’ipotesi portata avanti sia seria è dimostrato anche dall’intervento che Cosimo Semeraro, segretario del Comitato pontificio di scienze storiche della Santa Sede ha fatto nel corso della presentazione del libro a Civitanova, lo scorso 29 novembre. L’illustre storico ha infatti ribadito “con tutta la responsabilità del servizio che svolgo presso l’organismo storico della Santa Sede” i suoi sentimenti di “grande riconoscenza e di ammirevole soddisfazione per l’opera instancabile, pertinace e sempre più documentata di don Giovanni Carnevale in un’impresa di elaborazione storica dai connotati esemplari di correttezza metodologica e finissima capacità scientifica”.

domenica 7 dicembre 2008

MUSICULTURA TOUR CHIUDE A OSIMO


Il 7 Dicembre a Osimo (An)si chiude la 2a edizione del Musicultura Tour Al Teatro La Nuova Fenice alle ore 21,00gran finale del tour firmato Musiculturacon Buno Nataloni, Giua, Marco Giunti, Francesca Romana, Folco Orsellie Teresa De Sio


Conducono

Gianmaurizio Foderaro e Alma Grandin

di Radio Uno Rai–

Ingresso gratuito
biglietteria aperta a partire dalle ore 20.00 di domenica 7 Dicembre
Sarà possibile prenotare telefonicamente fino alle 17.00 di domenica


OSIMO (ANCONA) ITALY - Partito da Ancona con la conferenza stampa di presentazione alla sede della Regione Marche, dove tutto il cast, da Teresa De Sio a Bruno Nataloni fino ai quattro vincitori di Musicultura, è arrivato a bordo del bus della musica, il Musicultura Tour ritorna nell’anconetano dopo aver girato in lungo e in largo tutta la nostra Regione, con uno spettacolo esclusivo, ideato ad hoc per i nostri prestigiosi teatri. La prima tappa è stata infatti Mogliano (Mc) il 14 Novembre. Successivamente il bus ha fatto tappa a Ostra (An) il 15, Sassocorvaro (Pu) il 21, Montefano (Mc) il 22, Novafeltria (Pu) il 28, Ripatransone (Ap) il 29, Petritoli (Ap) il 6 dicembre, fino a giungere a Osimo (An) il 7 dicembre, dove il concerto si svolgerà al Teatro la Nuova Fenice (ore 21.00, ingresso gratuito). In ogni data l’entusiasmo e la partecipazione del pubblico hanno sempre premiato con affetto tutti gli artisti che si sono alternati sul palco e di questo Musicultura è grata a suoi spettatori, perché è il riconoscimento più importante del lavoro di ricerca e di attenzione verso la buona musica anche quella emergente, che questa manifestazione porta avanti da venti anni.Questi gli ingredienti del successo del Musicultura Tour 2008: Teresa De Sio, Buno Nataloni e con loro Giua, Marco Giunti, Francesca Romana e Folco Orselli. Queste ultime sono alcune delle proposte che Musicultura ha premiato in passato, aiutandole ad emergere nel panorama musicale italiano e che, con questo tour, hanno conquistato il pubblico marchigiano portando sul palco niente meno che la propria musica: dalle note eteree della cantautrice genovese Giua (vincitrice assoluta Musicultura 2004), fino al teatro canzone ironico e spietato del fiorentino Marco Giunti (vincitore Musicultura 2008), al pop rock dolcemente graffiante della salentino-romagnola Francesca Romana (vincitrice Musicultura 2007), al blues fumoso e ruvido del milanese Folco Orselli (vincitore assoluto Musicultura 2008). Sorprendente è vedere come in questi casi, quando la qualità c’è, il pubblico non abbia filtri, la riconosca e si faccia trasportare dalla bellezza e dall’originalità di queste proposte, anche se fuori da certe playlist radiofoniche commerciali e dunque poco conosciute ai più. Insieme a loro: una Teresa De Sio strepitosa, vulcanica, affascinante, fortemente comunicativa, emozionante, che si conferma a tutti gli effetti la regina del folk d’autore italiano. Accompagnata in questo Tour dal violino di Her e dalla chitarra di Max Rosati, Teresa De Sio con il suo “Sacco e fuoco” (titolo dell’ultimo album) conclude ogni spettacolo in un vorticoso crescendo di ritmo, musica ed emozioni. Mattatori dello spettacolo due conduttori Gianmaurizio Foderaro e Alma Grandin di Radio Uno Rai, e il divertente attore cabarettista Bruno Nataloni, che nei precedenti spettacoli, tra un aneddoto sui sentimenti e qualche assaggio di mimo, ha divertito il pubblico prendendo di mira politici e pubblico presenti in sala. Giunto alla sua ultima tappa, Musicultura Tour sarà dunque domenica 7 dicembre alle ore 21.00 al Teatro La Nuova Fenice di Osimo, per il gran finale. Per partecipare è possibile prenotare entro domenica 7 dicembre alle ore 17.00 al numero 3382556285, oppure recandosi al Teatro La Nuova Fenice a partire dalle ore 20.00, orario di apertura della biglietteria. L’ingresso è gratuito. Musicultura Tour è realizzato con il sostegno del Ministero della Gioventù e della Regione Marche e con la partecipazione dell’Amat e dei Comuni ospitanti.


Per maggiori informazioni: 071/7574320 –


venerdì 5 dicembre 2008

VICTORIA BEKHAM PERDE TROPPI CAPELLI


I troppi trattamenti stressanti, come le extension, potrebbero essere la causa per cui Victoria Bekam perde troppi capelli? La notizia di questo problema di look per la bella Bekham rimbalza veloce sulle agenzie stampa


giovedì 4 dicembre 2008

Angela Tosheva, pianist

A rare mixture of rigueur and dynamics characterizes Angela Tosheva's performance style. These have been recognized as exceptional qualities and have lead to the numerous awards that she received throughout her career.

Her professional achievements include Usti nad Labem award at the age of 12, first prize at the International competition in Salerno in 1978, and first prize at the Liszt-Bartok competition in 1988, Golden Feather award of the Classic FM Sofia 1997.

Deemed one of the most outstanding Bulgarian pianists, Angela Tosheva graduated from Sofia Academy of Music in 1984. Musical studies: 1975-1980: Secondary Music School in Sofia (Piano with Liudmila Stoyanova), 1980-1984 - State Musical Academy in Sofia (1980-1982: with Prof. Mara Petkova, 1982 – 1984 : with Prof. Bogomil Starshenov), 1984-1986: Master degree on Piano and Chamber Music in The State Academy of Music in Sofia (Piano with Prof. Lilly Atanassova and Chamber Music with Prof. Dimitar Kozev); 1982, 1983, 1984, 1985, 1986: Bartok Seminar in Hungary with Prof. Gyorgy Sebok; 1986 - Early Music Master Class in Trondheim, Norway - (Harpsichord and Chamber Music with Prof. Ketil Haugsand); 1989 - Prof. Gyorgy Sebok’s Piano and Chamber Music Master Class in Ernen, Switzerland.

1991 - Master of Art Criticism - Ph.D. with thesis on “Interpretation’s approach to the Evolution of the Genre of The Piano Quartet and Quintet 1600-1880”

In 2003, together with composer Michail Goleminov, she founded The Orange Factory - psycho acoustic arts and music publishing house.

Since 1991, after giving up her academic career, she is living as a freelance soloist.

Concerts and concert tours all over the world - her extraordinary performance have been internationally acclaimed in more than twenty countries including Portugal, Brazil, Italy, France, Russia, Ireland, Turkey, Canada, Norway and in the USA.

BOOK WORKS FABRICATIONS SERIES

December 4, 2008 Book Works Has Man A Function In Universe? cover Fabrications, a series commissioned and edited for Book Works by Gerrie van Noord http://www.bookworks.org.uk New for 2008 Has Man A Function In Universe? Strategic Questions #2 curated by Gavin Wade (October 2008) ISBN 978 1 870699 88 4 Part of an ongoing program of realizing forty projects in response to R. Buckminster Fuller's forty essential questions, Has Man A Function In Universe? Strategic Questions #2 contains artists' projects responding and relating to what is, perhaps, the key that binds and directs the other 39 questions. Contributions from: Neil Chapman, Shezad Dawood, Per Hüttner, Juneau Projects, Karin Kihlberg & Reuben Henry, Kerry James Marshall, Jessica Spanyol, Lisa Strömbeck, Mark Titchner, Sue Tompkins, Hayley Tompkins, Gavin Wade and Carey Young. Co-published by Book Works and Eastside Projects, Birmingham. Printed offset in an edition of 1,000 copies, colour, 112 pages, with a hard cover. Designed by James Langdon, 320 x 240mm. Gest: Laboratory of Synthesis #1 edited by Robert Garnett & Andrew Hunt (October 2008) ISBN 978 1 870699 96 9 Initiated by a series of events and discussions during the exhibition 'Gest' — at the Stanley Picker Gallery, Kingston University, the book Gest: Laboratory of Synthesis, includes a range of essays and interviews that brings together philosophers, artists, theorists and critics to discuss new approaches to art writing. It operates in the widening gap between the mainstream art magazine and the academic journal in order to create new conjunctions and productive disjunctions between theory and practice, out of which new voices and new modes of art writing emerge. Contributors include: Jennifer Allen, Eric Alliez, Devrim Bayar, Dan Fox, Rainer Ganahl, Johnny Golding, Peter Osborne, Anne Pontégnie, Nina Power, Ralph Rugoff, John Russell and Dirk Snauwaert. Published by Book Works in association with Kingston University London. Printed offset in an edition of 1,500 copies, b/w and colour, 176 pages, with a soft cover. Designed by Sara de Bondt, 215 x 150 mm. Feature: Reconstruction by Shezad Dawood (July 2008) ISBN 978 1 906012 08 3 With a cast that included Chief Crazy Horse, Krishna, a Valkyrie, a bunch of zombies, some fetish boys, a donkey and an albino snake, Shezad Dawood's film 'Feature' effortlessly slips between film genres, playing havoc with the unwritten rules of distinction and boundary. Similarly Feature: Reconstruction is not just simple documentation of a film. Instead a wide range of photographs taken by actors and volunteers, professionals and amateurs, capture action on both sides of the camera. The images are accompanied by footnotes, e-mail exchanges and written and visual contributions by artists Jimmie Durham, Doug Fishbone, David Medalla and writer Sebastian Roach. Published by Book Works in collaboration with Castlefield Gallery, Manchester and Wysing Arts Centre, Bourn in association with Leeds Met Gallery, Leeds and Eastside Projects, Birmingham. Printed offset in an edition of 1,500, full colour and two colour throughout, 192 pages, with a soft cover. Designed by Åbäke, 247 x 170mm. Previously published The so-called utopia of the centre beaubourg: An interpretation by Luca Frei (2007) ISBN 978 1 870699 99 0 Today in History/Tarihte Bugün by Ahmet Ögüt (2007) ISBN 978 1 906012 02 1 Make Everything New — A Project On Communism Edited by Grant Watson, Gerrie van Noord & Gavin Everall (2006) ISBN 978 1 870699 93 8 Forthcoming The Shape Of Things To Come by Heather and Ivan Morison (2009) ISBN 978 1 906012 09 0 Fabrications is a series of co publishing partnerships, initiated by Book Works, and edited by Gerrie van Noord. It has been supported by the National Lottery, through Arts Council England.

lunedì 1 dicembre 2008

Un sorriso per l'Africa - Calendario TAM 2009


Promuovi il bel calendario delle ragazze TAM 2009 e regala un sorriso per l'Africa!

Le campionesse della T.A.M. - Tecno Adriatletica Marche sono protagoniste di un calendario molto speciale. Dopo la conquista di medaglie e titoli nazionali, le portacolori del club nato dalla fusione di due grandi realtà del movimento dell'atletica di San Benedetto del Tronto (AP) e di Porto San Giorgio, si sono messe in posa per un calendario i cui proventi saranno in parte devoluti all’Associazione di Volontariato Akuna Matata. L’Associazione, infatti, supporterà il progetto Senegal che prevede la costruzione di un ambulatorio pediatrico e ginecologico a Mbour a circa 90 km a sud di Dakar. Akuna Matata i cui soci operano soprattutto nel settore della sanità e dell’infanzia, si è costituita nell’ottobre 2007 dalla volontà di un gruppo di amici animati dal comune intento di dar seguito ad un’esperienza vissuta in Africa. Sulla scia di un’idea nata dalla vulcanica mente del Presidente della Collection Atl. Sambendettese, Stefano Cavezzi, le atlete del nostro territorio hanno così deciso di diventare modelle per un giorno e, nel nome di una giusta causa come questa, prendersi un break da allenamenti, tensioni fisiche e psicologiche proprie dell’agonismo di vertice. Una chiara dimostrazione che, ad ogni modo, oltre ad un corpo tonico e armonioso sanno rivelare avvenenza e interpretazione. Al contempo è un calendario che acclama sport e bellezza, un binomio sempre più presente nel terzo millennio. Una sequenza di immagini, quindi, come tributo alle donne vincenti della T.A.M., ma anche alle donne che, attraverso lo sport, hanno trasformato il concetto di femminilità, rivendicando un’immagine di bellezza sana e duratura nel tempo. Un messaggio pienamente condiviso anche dalla Regione Marche, dalla Provincia di Ascoli Piceno, dal Comune di San Benedetto del Tronto e dal Consorzio Riviera delle Palme che insieme agli sponsor Tecno srl, Silab Group, Meteda, Salpi e Anna Virgili Pelletterie hanno voluto legare il proprio nome a questa iniziativa. Ad immortalare gli sguardi e i corpi scolpiti dagli allenamenti delle atlete è stato Stefano Bidini celeberrimo fotografo di celebrities e modelle. L’art director è stata di Mariagiulia Marconi, mentre l’Agenzia Sintonia Comunicazione & Design di Paolo Spinelli ha provveduto a dare valore visivo e impatto cromatico all’intera produzione. Massimo Corsi, infine, si è interessato dell’immagine e della guida dell’hair design e del make up.